Arredamenti e illuminazione: cosa sono gli applique?

La luce nella vita comune ha funzione pratica: quando il sole va via, quando vogliamo leggere meglio un libro e la sola finestra non basta, per illuminare uno spazio o un punto buio, quando dobbiamo ordinare uno spazio o cercare qualcosa. Addirittura, la luce è utile nelle pulizie per vedere di profilo se una superficie è lucida o meno, se ha strato di polvere o aloni.

Tutte queste praticità dagli architetti e home designer vengono amplificate da motivazioni stilistiche e strutturali. L’illuminazione insieme ai colori e all’arredamento contribuiscono a dare un senso di spazio e apertura, cosa importante per stanze, saloni o punti della casa caratterizzati da poco spazio o luminosità naturale. Con la luce si possono creare effetti di colore, sfumature a diffusioni, si possono creare anche forme e disegni utilizzando microlampadine o faretti in led.

Applique e tendenze moderne

Gli applique sono supporti all’illuminazione molto simili alle lampade da muro e alle plafoniere. Sono involucri di diverse forme, disegni e spessore che accolgono lampadine, anche a basso consumo energetico o a conduzione, faretti Led. Questi ultimi sono i più utilizzati perché flessibili a qualsiasi installazione e consentono di poter utilizzare spesso la luce di giorno senza incidere sulle bollette e i costi di ricambio delle lampadine.

Gli applique sono elementi di illuminazione sempre montati esternamente alle mura, non sono come le lampade da incasso che si possono inserire in fessure murarie o contropareti o soffitti di gesso. Gli applique da incasso, in genere in gesso, hanno una forma e una struttura tale da sembrare trasparenti o incastonati nelle mura. Questa tipologia di applique è tinteggiabile, può essere colorata insieme alla parete o al soffitto facendo attenzione alle parti elettriche.

Materiali e forme degli applique

Con gli applique e i faretti in gesso esterni o da incasso, la luce non diventa solo funzionale ma contribuisce a migliorare l’estetica e i colori degli ambienti. Lo possono fare grazie alla forma dell’involucro che accoglie le lampadine oppure per effetto di diffusione della luce. Gli applique vengono in genere installati in serie per migliorare delle pareti e creare delle fantasie di stile e di luce. Su www.esconti.it potete osservare diversi esempi di applique, compresi quelli ad incasso che abbiamo citato prima. L’installazione degli applique in casa richiede un po’ di preparazione tecnica o esperienza nel fai da te elettrico. Ecco di seguito, le forme e i materiali più usati per questo tipo di supporto all’illuminazione.

  • Applique moderni. Molti applique moderni sono ispirati all’arte contemporanea e al minimal design. Possono essere sia in gesso che in gessoceramica, i primi sono verniciabili mentre i secondi vengono scelti per avere una superficie visibilmente luminosa ed elegante. Lo scopo di un applique non è solo di coprire una lampada Led ma diffonde la luce attraverso le sue forme, ingenere lineari o ad arco. Gli applique moderni sono flessibili agli stili e alle forme delle stanze, potete sceglierli per arredare e illuminare contemporaneamente ogni contesto.
  • Applique classici. Gli applique non sono un elemento architettonico contemporaneo, il loro uso è diffuso da molto tempo, anche all’esterno delle case. Gli applique classici possono avere forme molto semplici e semplicemente accogliere lampade e Led in coperture ovali, a cerchio, a sfera o spirare. Esistono applique in gesso, ceramica e altri materiali modellabili che riproducono le forme artistiche più svariate. Possono riprendere disegni del passato, della natura (ad esempio foglie e conchiglie), cornici e ghirigori, riprodurre forme di visi o di animali. Alcuni applique dalle forme classiche e artistiche se verniciabili possono essere trattate con sistema di pittura antichizzante.